KIWI

L’actinidia è una pianta originaria dell’Asia orientale e della Cina. In Italia è arrivata solo nei primi anni Settanta, ma il nostro Paese, con una produzione di circa 500.000 tonnellate di frutti ottenuti su circa 25.000 ettari, si è rapidamente affermato come primo produttore al mondo di kiwi, il termine con il quale comunemente si definiscono i suoi frutti. I frutti sono lunghe bacche ovali od ovale-allungate con buccia robusta, di colore marrone e leggermente pelosa. Pur essendo commestibile, generalmente la buccia viene tolta prima di consumare il frutto. I peli e la buccia hanno consistenza suberosa (del sughero) quindi con forti contenuti tannici. La buccia del kiwi è perfetta per proteggere la polpa dai raggi solari, che distruggerebbero la vitamina C. La polpa è color verde smeraldo, molto succosa, zuccherina e leggermente acidula e racchiude dei piccoli semi di colore nero, commestibili e non avvertiti quando si mangia il frutto, disposti a raggiera attorno al centro del frutto (la parta biancastra chiamata columella).

TIPOLOGIE E VARIETA’

Hayward è ancora oggi la varietà più coltivata ed è quella che Oro della Terra propone nel suo assortimento.
E’ una varietà a polpa verde, adatta alla maggior parte delle aree di coltivazione italiane e ben ambientata anche alle regioni settentrionali come l’Emilia Romagna, da cui provengono i kiwi Oro della Terra. I frutti sono di pezzatura elevata, dotati di alta conservabilità e di buone caratteristiche organolettiche. Il sapore acidulo rende i frutti di kiwi verde adatti come rinfrescanti e digestivi, ideali a pranzo e a cena.
Ma il kiwi non è solo verde: oggi Oro della Terra propone anche frutti dalla polpa gialla, più dolci e che potrebbero essere adatti per la prima colazione e per uno snack originale.

ORIGINE E PERIODI COMMERCIALI

Il kiwi è coltivato principalmente in Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Veneto, Campania e Puglia.
L’epoca di raccolta del kiwi italiano inizia alla fine di ottobre e comunque mai prima che il contenuto di zucchero dei frutti abbia raggiunto 6,2° Brix.
Il kiwi italiano è reperibile sul mercato da novembre a giugno, grazie a una conservabilità lunga fino a sei mesi, mentre quello neozelandese comincia a maggio e rimane disponibile fino a dicembre.

SCHEDA NUTRIZIONALE

Il kiwi possiede una buona quantità di calcio e fosforo, essenziali per la salute dell’apparato scheletrico e la presenza di altri minerali lo rende un frutto rimineralizzante in grado di regolare la funzionalità cardiaca e la pressione arteriosa. Il magnesio in particolare, favorisce la concentrazione e la produzione energetica del cervello, nonché la forza muscolare mentre l’elevato contenuto di potassio rende il kiwi un alimento molto utile per prevenire depressione, disordini dell’apparato digerente e crampi muscolari.
Le fibre solubili e insolubili contenute nel frutto di kiwi creano senso di sazietà, abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, migliorano il transito del cibo nel tratto intestinale, svolgono un effetto di controllo sul valore del glucosio nel sangue.

FRUTTO AD ALTO CONTENUTO DI VITAMINA C
A BASSO CONTENUTO DI GRASSI
FONTE DI POTASSIO
SENZA SODIO

ALLERGENI E OGM

Glutine: i kiwi non contengono glutine.
I kiwi non contengono altri allergeni identificati dal Decreto Legislativo 8 febbraio 2006, n. 114.
I kiwi fornite da Oro della Terra non hanno origine da organismi geneticamente modificati (OGM).
Gli imballaggi e i materiali a contatto con i kiwi di Oro della Terra non contengono lattice di gomma.

ETICHETTA / INDICAZIONI ESTERNE

Ciascun imballaggio deve recare, in caratteri raggruppati su uno stesso lato, leggibili, indelebili e visibili dall’esterno, le indicazioni seguenti:
– nome e indirizzo dell’imballatore e/o dello speditore
– nome comune della specie se il contenuto non è visibile dall’esterno, per esempio nel caso di casse chiuse
– Paese di origine ed eventualmente zona di produzione o denominazione nazionale, regionale o locale
– Categoria
– Calibro espresso dal peso minimo e massimo dei frutti

CONSERVAZIONE DOMESTICA

Alla temperatura di 0 °C i kiwi si conservano per 6 mesi ed oltre.
Per una migliore conservazione e per facilitarne la manipolazione e il trasporto i kiwi sono solitamente venduti ad un grado di maturazione leggermente arretrato.

KIWI E BELLEZZA

Il kiwi contribuisce a mantenere turgida la pelle, migliora la circolazione sanguigna ed è un efficace lassativo, soprattutto se consumato a digiuno il mattino. In cosmesi si utilizza la polpa dei frutti per preparare maschere nutrienti; il succo, invece, ha un’ottima azione detergente e viene impiegato come ingrediente delle lozioni per la pelle.

COMPOSIZIONE E VALORE ENERGETICO

Per 100 gr di prodotto

Parte edibile
87 %
 
Acqua
84,6 gr
 
Proteine
1,2 gr
 
Lipidi
0,6 gr
 
Colesterolo
0 mg
 
Carboidrati disponibili
9 gr
 
Amido
tr gr
 
Zuccheri solubili
9 gr
 
Fibra Totale
2,2 gr
 
Fibra solubile
0,78 gr
 
Fibra insolubile
1,43 gr
 
Alcol
0 gr
 
Energia
44 kcal
 
Energia
184 kJ
 
Sodio
5 mg
 
Potassio
400 mg
 
Ferro
0,5 mg
 
Calcio
25 mg
 
Fosforo
70 mg
 
Tiamina
0,02 mg
 
Niacina
0,4 mg
 
Vitamina C
85 mg
 
Fonte:
INRAN