SUSINE

Le susine sono il frutto dell’albero del Prunus, un arbusto appartenente alla famiglia delle Rosacee. Sono frutti oblunghi o tondi, con polpa e buccia di colore giallo o rosso-violaceo, ricoperta da una sostanza cerosa, chiamata pruina. Il nocciolo è allungato e appuntito. Molti, quando le vedono, sono indecisi se chiamarle susine oppure prugne. Ma sono due frutti diversi o lo stesso frutto? La risposta è semplicissima: sono lo stesso frutto, che quando è fresco si chiama susina, e quando è secco si chiama prugna. Le susine hanno un sapore più acidulo, mentre le prugne sono molto dolci e nutrienti, ricche di calorie e sali minerali. La maggior parte delle susine si mangiano fresche, ma se ne possono ricavare squisite marmellate. Altre varietà, soprattutto quelle più acide e meno succose, possono essere cucinate, come spesso si fa soprattutto nei paesi del Nord Europa.

TIPOLOGIE, ORIGINE E PERIODI COMMERCIALI

Le susine Oro della Terra sono disponibili da giugno a dicembre, con tutte le principali varietà sia del gruppo delle susine EUROPEE, a forma allungata, sia delle susine CINO-GIAPPONESI a buccia chiara, rossa o nera.

CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI

Composta per l’87,5% di acqua, la susina è un frutto particolarmente dissetante grazie anche alla buona presenza di elementi minerali, come potassio, calcio e fosforo. La susina è inoltre caratterizzata da un elevato contenuto di zuccheri, magnesio e fibra. Le susine sono ricche di virtù, così come le prugne. Avendo meno acqua rispetto alle loro sorelle fresche, contengono quantità maggiori di zuccheri e sali minerali come il potassio, il fosforo e il calcio, e una discreta quantità di vitamina A. 

SENZA GRASSI
SENZA SODIO

CONSERVAZIONE DOMESTICA

Le susine sono delicate, e si conservano meglio in frigo. In ogni caso, è meglio mangiarle entro tre o quattro giorni dall’acquisto, tenendo conto che a temperatura ambiente si conservano per pochissimi giorni. Oltre che per il tradizionale consumo fresco, la susina può essere essiccata o utilizzata per preparare succhi, confetture, marmellate, sciroppi, bevande fermentate e distillati.

LA COLTIVAZIONE DELLA SUSINA

La susina è originaria del Caucaso. I principali produttori mondiali di susine sono Cina, Russia e Stati Uniti. A livello europeo, le maggiori produzioni si registrano in Romania, ex Jugoslavia, Germania, Francia ed Italia. Le aree produttive più importanti nel nostro Paese sono concentrate in Emilia-Romagna e Campania. Altre regioni in cui è diffusa questa coltivazione sono Marche, Lazio, Piemonte e Abruzzo.

ALLERGENI E OGM

Glutine: le susine non contengono glutine.
Le susine non contengono altri allergeni identificati dal Decreto Legislativo 8 febbraio 2006, n. 114.
Le susine fornite da Oro della Terra non hanno origine da organismi geneticamente modificati (OGM).
Gli imballaggi e i materiali a contatto con le susine vendute da Oro della Terra non contengono lattice di gomma.

COMPOSIZIONE E VALORE ENERGETICO

Per 100 gr di prodotto

Parte edibile
90 %
 
Acqua
87,5 gr
 
Proteine
0,5 gr
 
Lipidi
0,1 gr
 
Colesterolo
0.0 mg
 
Carboidrati disponibili
10.5 gr
 
Amido
0.0 gr
 
Zuccheri solubili
10.5 gr
 
Fibra Totale
1,50 gr
 
Fibra solubile
0.60 gr
 
Fibra insolubile
0.87 gr
 
Alcol
0 gr
 
Energia
42 kcal
 
Energia
177 kJ
 
Sodio
2 mg
 
Potassio
190 mg
 
Ferro
0.2 mg
 
Calcio
13 mg
 
Fosforo
14 mg
 
Tiamina
0.08 mg
 
Riboflavina
0.05 mg
 
Niacina
0,5 mg
 
Vitamina A retinolo eq.
16 µg
 
Vitamina C
5 mg
 
Fonte:
INRAN